26 marzo 2013: I discorsi della serata

a cura di Barbara Olivieri e Rita Ferrieri

Come in ogni incontro abbiamo sempre qualche novità…

Innanzi tutto viene messa ai voti la proposta di trasformare il club in “associazione”: con Fabrizio Cruschelli astenuto e Claudio Russo contrario, il club approva.

La parola del giorno da utilizzare durante i distorsi è: Adventure (Avventura).

e veniamo subito ai DISCORSI DELLA SERATA:

1) Steve Trow – Sette Tipi di IntelligenzaCompetent Communication Manual – 3 – Get to the Point

Chi di noi vuole essere più intelligente? Siamo sicuri di non essere già tanto intelligenti? Steve ci accompagna attraverso l’esplorazione delle 7 intelligenze individuate da Howard Gardner: c’è l’Intelligenza Logico/Matematica e quella Linguistica (che sono oggetto della valutazione in ambito scolastico); c’è l’Intelligenza Musicale e quella Visivo/Spaziale; c’è l’Intelligenza Fisica (conoscere il proprio corpo), quella Intrapersonale (nota anche come Intelligenza Emotiva) e quella Interpersonale. Vista la gran varietà di Intelligenze (non solo accademiche, con le quali siamo abituati a confrontarci), non è che siamo già molto intelligenti?

2) Fabio Rigamonti – Gnothi Seautòn

Competent Communication Manual – 1 – The Ice Breaker

Cosa vuol dire “Gnothi Seautòn”? “Conosci te stesso”. Era la scritta incisa sopra l’ingresso del Tempio dell’Oracolo di Delfi: una esortazione ai pellegrini a conoscere i propri limiti. E con questa dotta citazione, Fabio ci accompagna nei suoi ricordi di infanzia e di gioventù, nella esplorazione delle sue varie identità ispirate a vari eroi. Si parte dai tempi dell’asilo, con un piccolo David Crockett, per passare dal liceo, dove è il momento di Indiana Jones, fino ad arrivare a tempi più vicini, con il paracadutismo. Ora è il momento di un nuovo eroe: colui che esplora il quotidiano.

3) Eugenio Laurita – Ci Dobbiamo Credere

Competent Communication Manual – 10 – Inspire Your Audience

Eugenio esordisce in modo inconsueto, mostrando l’equazione 6:2(1+2) = ? dalle soluzioni molteplici. Da questo input parte un excursus attraverso episodi dove persone hanno affrontato con successo sfide e problemi apparentemente complessi, condividendo con gli altri in modo disinteressato le loro scoperte, in una mentalità pro-attiva. Agire o attendere? Condividere? L’invito di Eugenio è di avere un atteggiamento risolutivo, fare gioco di squadra, condividere, cercando di esportare quello che si impara anche qui, nel Toastmasters.

4) Luana Polonara – The Power of Love

Competent Communication Manual – 4 – How to Say It

Si parte da uno speech di Adam Kahane (facilitatore di risorse nei progetti nel sociale)  del recente TEDxNavigli, dal titolo “Potere e Amore” (due termini apparentemente in contrasto tra loro). E torna in mente anche un discorso di Martin Luther King che diceva che “il potere senza amore è spericolato e aggressivo”, mentre “l’amore senza potere è sentimentale”. E allora l’amore per il proprio lavoro è anemico e sentimentale, mentre l’uso del potere nel proprio lavoro è aggressivo. Cosicché l’amore ed il potere vanno a braccetto e – come in una camminata – rappresentano i due arti motori di un individuo, che servono per avanzare e progredire.

5) Cecilia Sartori – I Guanti del Pifferaio Magico

Storytelling – 3 – The Moral of the Story

Cecilia ricorda del timore reverenziale che nutriva nei confronti della sua responsabile quando lavorava alla Provincia di Arezzo: una donna di poche e ponderate parole. Ma che quando si trovò in una situazione inaspettata e di emergenza, nel dover – con la sua squadra – ripulire in fretta e furia un’area che avrebbe ospitato di lì a poco un evento, rivelò inaspettate doti di leadership, rimboccandosi le maniche e operando in prima persona, dando l’esempio. Colpì profondamente l’episodio, ed insegnò che il mondo si cambia con il nostro esempio, non con le nostre opinioni.

*.*.*

Ed ora si passa al momento di gioco: il Table Topic condotto da Guglielmina Fallini che chiede ai partecipanti di immedesimarsi in un personaggio da lei suggerito e di raccontare una storia:

Rita Ferrieri – Messegué che parla con Rita

Antonio Paino – Un Generale che parla alle sue truppe motivandole

Claudio Russo – Il padre di un bambino monello che sta per essere bocciato

Sara Cavaliere – Una attrice famosissima che invita delle persone nella sua villa di Miami

Laura (ospite) – Un agente di viaggio con una proposta di viaggio molto particolare

Angelo Mascaro – Il Presidente dei Presidenti dei club dei Toastmasters

*.*.*

Ed ora… le premiazioniiiii

I vincitori della serata sono:

Miglior Speaker – Fabio Rigamonti

Miglior Table Topic – Antonio Paino

Miglior Evaluator – Davide Giansoldati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>