26 febbraio 2013: i discorsi della serata

A cura di Rita Ferrieri e Barbara Olivieri

1) Antonio De Nes – Come Metodo Può Salvare Vite

Competent Communication Manual – 7 – Research Your Topic
Uno speech tecnico volto ad illustrare una particolare applicazione del metodo “Lean 6 Sigma”: un programma di gestione che ha lo scopo di portare la qualità di un prodotto o di un servizio ad un determinato livello, particolarmente favorevole per il consumatore. Antonio ha accompagnato l’audience attraverso l’identificazione dei fattori più rilevanti per l’esito del processo, in grado di migliorare la qualità del servizio ospedaliero e salvare tante vite.

2) Davide Giansoldati – La Creatività per la Leadership

Speaking to Inform (2006) – 4 – A Fact-Finding Report
C’è un fattore strategico della Leadership del terzo millennio: è la Creatività. È quello che
emerge da una serie di ricerche sulla Leadership e la Creatività che IBM, Crea Conference e The International Center for Studies in Creativity (Buffalo State), hanno condotto esaminando casi esemplari. Ne è emerso che, in un mondo che sta attraversando un profondo mutamento, proprio la Creatività diventa una caratteristica fondamentale per condurre e gestire persone e società, traghettandole verso il futuro.

3) Suzanne Rohe – Listen

Competent Communication Manual – 9 – Persuade With Power
Uno speech sulla importanza dell’ascolto. L’ascolto che deve essere esercitato non solo nella vita professionale, ma anche nella sfera privata. Una azione importante che porta molti benefici. Ma quali sono i vantaggi che il saper ascoltare porta? Come possiamo migliorare la nostra capacità di ascolto? Suzanne stimola l’audience ponendo loro queste domande, per riflettere e pensare, condividendo assieme idee e metodi.

4) Luana Polonara – Che Energia!

Competent Communication Manual – 3 – Get to the Point
Luana racconta di un viaggio in Vietnam, in esplorazione verso una meta che considerava di scarso interesse culturale. Ci conduce in un excursus su quello che questo Paese è: sul suo passato (ricco di storia), il suo presente, il suo popolo, le sue abitudini ed i suoi progetti. Una scoperta di un luogo degno del massimo interesse, capace di trasmetterti una carica di energia vitale grazie al popolo intelligente e laborioso che la abita e che sta costruendo il futuro con tenacia e volontà.

Il table topic session o parte di improvvisazione

è stato curato da Antonio Paino il quale ho chiamato il pubblico a commentare alcune frasi da un frasario apposito di table topic, incitando all’uso della lingua inglese da parte degli italiani, riuscendo molto bene in questo intento!

La premiazione:

 Miglior speaker: Suzanne Rohe

Miglior valutatore: Laura Hoti

Miglior Table Topic: Catherine (ospite francese)

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>