11 dicembre 2012: I discorsi della serata

a cura di Rita Ferrieri e Barbara Olivieri

 

E’ stata una serata densa e con l’ingresso di due nuovi soci.Il Presidente chiama la VPPR Rita Ferrieri (che sostituisce la VP Membreship Carmen Princi) per la votazione per l’ammissione di due nuovi soci:

Maria Pedrinelli – i soci approvano all’unanimità

Riccardo Montini – i soci approvano all’unanimità

TOASTMASTER OF THE DAY – Barbara Olivieri.

Il suo ruolo prevede la presentazione degli speech della serata. E anche stasera (come il meeting precedente) è un Ice Breaker per il Toastmasters of the Day: infatti è la prima volta anche per Barbara Olivieri, che si accinge ad introdurre e ad accompagnare un Ice Breaker, e a presentare i discorsi di tre soci veterani.

Ma prima chiama l’English Grammarian per la presentazione della “word of the day”: Suzanne Rohe presenta la parola del giorno “Smart” (in italiano “sveglio”, “brillante”, “intelligente”) e ne invita a tutto l’uso durante gli interventi

 SPEAKING SESSION

Eccoci alla parte della serata dedicata ai discorsi: questa sera quattro soci si sfidano sportivamente, i loro discorsi vertono su esperienze di vita e riflessioni personali, discorsi formativi ed informativi, con uno speech motivazionale coronato da una “call-to-action”.

 1) Curiosità, Moda, Figli – Steve Trow

Competent Communicator 1: The Ice Breaker, Language: Italian

Steve è una persona dai molteplici interessi, e li racconta in un rapido excursus attraverso le 3 parole che danno il titolo al suo speech. curiosità: una vita costellata di avventure ed esperienze che vanno dal football ai viaggi (arrivando anche a vivere episodi estremi come la pesca dei Piranha in Brasile). Moda: per 12 anni ha fatto parte della sua vita, portandolo in giro per il mondo. Figli: e dopo avere vissuto 12 anni nomadi, l’anno sabbatico; per prendere fiato, per dedicarsi a cose che non ha mai fatto (e ha sempre voluto fare), ma soprattutto per dedicarsi ai suoi due magnifici bambini. E anche – perché no – per dedicarsi anche alla nuova avventura nel Toastmasters.

2) Beh…. Forse è ora che cominciamo a pensarci!!!!– Guglielmina Fallini

Competent Communicator 7: Research Your Topic, Language: Italian

Continua la ricerca di Mimmina sulla crescita personale, dopo la  scoperta di Brian Tracy. Oggi si parla di salute, di benessere e di invecchiamento, ispirandosi agli insegnamenti tre figure fondamentali: il Dottor Loft con la sua ricerca sulle popolazioni più longeve (dove – tra le altre cose – gli anziani sono considerati la più importante fonte di sapere e di ispirazione); Umberto Veronesi con i suoi consigli sulla corretta dieta da seguire, ricordandoci che è importante mantenere il peso dei 30 anni; Joseph Pilates, inventore della ginnastica che tanto aiuta e che mira a rinforzare la muscolatura profonda della schiena, a sostegno di tutto il corpo.Perchè è importante invecchiare bene, e da qualche parte bisogna pur iniziare!

3) Jam – Francesco Vecchiè

High Performance Leadership: Sharing Your Vision, Language: Italian

Perchè siamo qui (al Toastmasters)? Per migliorare, per un  cambiamento verso”, per instaurare relazioni. E proprio nel  perseguimento di questi processi gli approcci possono essere due: tanti piccoli passi inesorabili e costanti, oppure azioni intense di breve durata. Ma non solo: se pensiamo a certi periodi della storia dell’uomo, si sono verificate una serie di coincidenze che ci hanno regalato grandi opere d’arte, innovazioni scientifiche e culturali. E allora perché non generare condizioni che favoriscano il cambiamento? Questo è  l’obiettivo della 3° Conferenza Italiana del Toastmasters. Una occasione per imparare con i Contest, con Seminari e anche con il divertimento…!

 4) Il Negoziatore – Laura Hoti

Interpersonal Communication 2: The Successful Negotiator, Language: Italian

Esistono 3 esiti di negoziazione: l’esito win-win (dove la negoziazione si svolge con l’obiettivo di soddisfare entrambe le parti); l’esito win-lose (dove una parte negozia con l’obiettivo di avere vantaggio solo per se, a scapito della controparte); l’esito lose-lose (dove entrambe le parti perdono, senza trarre alcun beneficio). Laura ingaggia un role-play con Angelo Mascaro, simulando una negoziazione di acquisto di una casa. Il suo obiettivo è perseguire l’esito win-win, mirando a conoscere le esigenze della controparte attraverso domande specifiche volte a conoscere gli obiettivi di vendita e guadagno di Angelo. La negoziazione si conclude con successo, seguita da un debriefing con il pubblico.

TOPICSMASTER -  Sara Cavaliere 

Nella fase di improvvisazione l’argomento è: la Cena di Natale in una famiglia molto particolare. I protagonisti sono: Nucleo Familiare 1 composto da: Arcibaldo, sposato con Sora Lella, hanno una figlia che si chiama Licina; Nucleo Familiare 2 composto da: Aspasio, sposato con la teutonica Inge, hanno un figlio che si chiama Genziano. C’è poi il fratello di Arcibaldo e Aspasio, che si chiama Amarillide. Arcibaldo ed Aspasio non si parlano da anni, ed Amarillide spera – con la cena di Natale – di riconciliare le famiglie.

Personaggi ed interpreti:

Vincenzo (member) – nel ruolo di Amarillide

Marco (ospite) – nel ruolo di Arcibaldo

Livio (member) – nel ruolo di Sora Lella

Daniele (ospite) – nel ruolo di Licinia

Gaia (member) – nel ruolo di Aspasio

Franco (member) – nel ruolo di Inge

e l’ospite a sorpresa: Antonio (member) nel ruolo del

cugino che arriva dal Brasile

Ognuno di loro racconta la sua versione dei fatti…

 

Il V.P. EDUCATION – Livio Spagna annuncia che a breve verrà avviato il software Easy Speak (utile per la programmazione degli speech e la compilazione dell’agenda), suggerendo di continuare ad inviargli mail, se non si riesce ad operare sul Planning, fino al completo trasferimento sul nuovo software.

 EVALUATION SESSION

La parte della serata dedicata alle valutazioni. Quattro valutatori ciascuno concentrato su uno speaker. Un valutatore sull’utilizzo della lingua inglese (se presenti dei discorsi in lingua inglese) e un valutatore sull’utilizzo della lingua italiana. Due valutatori “tecnici”: valutazione sulla gestione del tempo (Timer) e sui “trascinamenti” (AH Counter) Ed un valutatore generale della serata.

GENERAL EVALUATOR 1’ – 2’ Gaia Fiertler

EVALUATOR FOR THE 1st SPEAKER 2’ – 3’ Angelo Mascaro

EVALUATOR FOR THE 2nd SPEAKER 2’ – 3’ Andrea Galdabino

EVALUATOR FOR THE 3rd SPEAKER 2’ – 3’ Davide Giansoldati

EVALUATOR FOR THE 4th SPEAKER 2’ – 3’ Cecilia Sartori

20.42 ENGLISH GRAMMARIAN 2’ – 3’ Suzanne Rohe

ITALIAN GRAMMARIAN 2’ – 3’ Francesco Ascoli

AH COUNTER 1’ – 2’ Maria Pedrinelli

TIMER 1’ – 2’ Giuliano Ricupero

 CLOSING

 E’ il momento della premiazione dei migliori della serata e Barbara Olivieri annuncia i  vincitori:

Miglior Speaker: pari merito: Guglielmina Fallini con “Beh… Forse è ora che cominciamo a pensarci!!!!” e Francesco Vecchiè con “Jam”;

Miglior Table Topic: Livio Spagna nel ruolo di Sora Lella

Miglior Evaluator: pari merito: Davide Giansoldati (Evaluator dello speech di Francesco Vecchiè) e Cecilia Sartori (Evaluator dello speech di Laura Hoti)

Il Presidente chiude la riunione, ricordando la cena di Natale più il meeting a club congiunti di martedì prossimo 18/12/2012, presso il Mama Cafè, in via Caminadella Milano.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>