27 novembre 2012: I discorsi della serata “ICE BREAKER”

a cura di Rita Ferrieri e Barbara Olivieri

La conduttrice, cioè la Toastmaster Of The Day è Guglielmina Fallini.

Il suo ruolo prevede la presentazione degli speech della serata. Quella di oggi si può denominare la serata dei debutti, infatti oltre ad essere dedicata agli Ice Breaker, il primo discorso “rompi ghiaccio” dei quattro nuovi soci, è anche la prima volta di Guglielmina.

Francesco Vecchiè nel ruolo di English Grammarian, presenta la parola del giorno (word of the day): Incipit (in italiano “inizio”) raccomandandone l’uso durante i vari discorsi.

 SPEAKING SESSION

In questa prima parte dedicata ai discorsi quattro nuovi soci presiedono il palco per la prima volta, incoraggiandosi e sostenendosi a vicenda nell’inizio di questa nuova avventura, ma anche sfidandosi sportivamente e con simpatia. Tutti e quattro i discorsi vertono su esperienze di vita, presentando sé stessi attraverso episodi e spaccati di quotidianità anche molto emozionanti.

1) Daniele Lantieri – “It’s my life”

Competent Communicator 1: The Ice Breaker ,Language: Italian

“It’s my life” è il titolo di una famosa canzone, ma è anche il motto che pervade tutto il discorso di Daniele. Uno speech forte ed intenso. Un excursus rapido nei primi 34 anni di vita dello speaker: una vita piena di sfide, anche dure. Ma proprio perché sfide, guidate dal motto “progettare e costruire e riparare”. Con la sfida più grande da vincere: quella che dice che “tu non sei padrone della tua vita”. E allora arriva il momento nel quale riprendi le redini della tua vita, progredendo un pezzo alla volta, un passo alla volta. Parlando al bambino che c’è in noi e rassicurandolo dicendogli: “Coraggio, abbiamo tutto ciò che ci serve!”

2) Anna Vallaro – “Superwoman, A Modo Mio”

Competent Communicator 1: The Ice Breaker , Language: Italian

Per descriversi Anna ha chiesto, e si è domandata, come la vedono le persone che stanno vicino a lei e che condividono le giornate con lei. I colleghi la descrivono come meticolosa, super-efficiente, professionale, sempre pronta ad aiutare tutti. Il Cyber-Marito (prussiano) la descrive pigra, distratta approssimativa , dedita al relax e alla filosofia zen. Due personalità, dunque? Siamo di fronte ad un caso di sdoppiamento della personalità? Marshall McLuhan asserisce che ognuno indossa una maschera a seconda della situazione e del contesto. Quindi, visto il rinforzo di McLuhan, perché non essere “Superwoman, A Modo Mio”?

3) Serena De Bortoli – “Serena”

Competent Communicator 1: The Ice Breaker, Language: Italian

Serena è una donna serena, che ha dovuto (ha scelto) di affrontare molti cambiamenti nella sua vita, in una sorta di viaggio permanente. E’ passata dal Veneto a Milano, trasferendosi da una zona tranquilla ad un appartamento stretto, in compagnia dei rumori dei vicini. Cambiando ambiente e amicizie. Ha condotto anche un viaggio molto impegnativo: 5 mesi di ospedale. In quei 5 mesi ha avuto modo di pensare e di pianificare. Un viaggio più interiore che esteriore, dove ci si fa tante domande e si vedono le cose da tanti punti di vista. Fino ad arrivare a questo tappa: l’iscrizione al Toastmasters. Un viaggio verso e attraverso il cambiamento.

4) LPO – “Asinello”

Competent Communicator 1: The Ice Breaker, Language: Italian

“Perchè devo studiare?” si domandava Luana da piccola. E così, vista la sua scarsa propensione allo studio, i suoi genitori la iscrivono all’Istituto Professionale del Turismo. Luana non smetterà mai di ringraziarli per la scelta fatta. Una fortuna che le ha fatto trovare degli insegnanti eccezionali (che le hanno fatto amare lo studio), e l’opportunità di viaggiare tanto: da Zanzibar (in spedizione esplorativa in una isola ancora incontaminata) all’isola di Denpasar (Bali), visitata durante il giorno del silenzio. Ma c’è state anche un viaggio più impegnativo: il 2009 con una grave malattia, brillantemente superata. Una esperienza che ha portato anche ad un viaggio interiore e ad un cambio di prospettiva. Verso una maggiore esplorazione di sé stessi e delle proprie ricchezze.

 TOPICSMASTER – Eugenio Laurita

Nella fase di improvvisazione l’argomento è: Aforismi di Oscar Wilde [di seguito si riportano gli argomenti degli aforismi, non necessariamente le frasi]

Vengono coinvolti:

Fabrizio (member) – nelle questioni di importanza, è importante lo stile, non la sincerità…

Gaia (member) – sull’uomo presuntuoso e la donna romantica…

Livio (member) – sulla istruzione ed il genio che sopravvivono alla bellezza…

Paola (member) – preferisco uomini con un avvenire, che donne con un passato…

Laura (member) – dovere è quello che pretendiamo dal prossimo, non quello che facciamo noi…

Antonio (member) – il fascino del matrimonio consiste nel fatto che costituisce per entrambe i coniugi una vita di inganni…

Giuliano (member) – scelgo i miei amici per la loro bellezza, le conoscenze per la rispettabilità e i nemici per l’intelligenza…

Fabio (ospite) – la segretezza è l’unica cosa per rendere interessanti le cose…

Marco (ospite) – si insegna come ricordare, non si insegna come svilupparsi…

Rita (member) – tutte le persone affascinanti sono viziate ed è per questo che sono affascinanti…

V.P. EDUCATION – Livio Spagna

Livio Spagna annuncia che nel prossimo meeting terrà una spiegazione sull’uso del Planning. Informa che è in fase di test il software Easy Speak (utile per la programmazione degli speech e la compilazione dell’agenda). Conclude ricordando di portare sempre con sé, quando si hanno dei ruoli, il manuale di Competent Leader per poter progredire ed essere valutati nel percorso di Leadership.

PREMIAZIONE

E’ il momento della premiazione dei migliori della serata:

Miglior Speaker: Luana Polonara con “Asinello”

Miglior Table Topic: Gaia Fiertler con “uomini e donne secondo Oscar Wilde”

Miglior Evaluator: Suzanne Rohe (Evaluator dello speech di Anna Vallaro “Superwoman – A Modo Mio”)

CHIUSURA

Il Presidente chiama la VP Public Relations Rita Ferrieri che aggiorna sulla cena di Natale con meeting a club congiunti Milan Easy e Xplorers, precisando che il locale sarà il Mama Cafè di via Caminadella 7.

Il Presidente chiama poi Francesco Vecchiè per un breve resoconto sulla Conferenza del Distretto 59 a Bonn: 300 belle persone con le quali sono stati condivisi momenti di formazione e di divertimento. Il prossimo appuntamento di distretto è dal 10 al 12 maggio a Antwerp (Belgio), mentre a novembre sarà a Budapest.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>